Jacqueline Kennedy a Capri: un Mito nel Mito

Un grande omaggio ad un personaggio, Jackie, che, con la sua semplicità ed eleganza, ha lasciato un segno indelebile nella storia di quegli anni.

In 60 foto di Settimio Garritano il racconto di come Jacqueline Kennedy passava il suo tempo a Capri.

Organizzata da La Conchiglia Libri&Edizioni a Roma presso lo Splendor Parthenopes, Via Vittoria Colonna, 32/c,  la mostra (l’ingresso è gratuito) è un grande omaggio a Jacqueline e al fotografo, Settimio Garritano, che l’ha seguita nei suoi viaggi sull’isola tra il 1969 e 1973.

Un grande omaggio ad un personaggio, Jackie, che, con la sua semplicità ed eleganza, ha lasciato un segno indelebile nella storia di quegli anni.

Jacqueline  Kennedy fotografo Settimio Garritano In PiazzettaE così Settimio Garritano ricorda quei tempi: “Con lo yacht Christina Jackie frequentava Capri, dove amava passeggiare per le strette vie senza bodyguard, in mezzo alla gente comune: adorava fare shopping, comperare sandali capresi, entrare nelle deliziose e piccole boutique; amava soprattutto camminare, d’estate anche scalza, ed intrattenersi con la gente semplice; le piaceva bere un caffè con panna o un aperitivo, seduta nella famosa Piazzetta dell’isola, andare in trattoria e gustare una semplice insalata caprese, fermarsi ai chioschi a bere una spremuta di limone. A Capri poteva dimenticare la vita austera e formale che conduceva a New York dove era continuamente osservata, e sentirsi veramente libera, viva, felice.”

 

Per saperne di più clicca qui!

Dal 16 dicembre 2013 al 19 gennaio 2014
Tutti i giorni ore 7.00-02.00
Ingresso libero

,